LA VITA DAVANTI A SÈ | 25 FEBBRAIO ORE 21.00 TEATRO ASTRA DI SCHIO

VENERDÌ 25 FEBBRAIO ORE 21.00
TEATRO ASTRA DI SCHIO
Prosa
SILVIO ORLANDO
LA VITA DAVANTI A SÉ
regia e riduzione di Silvio Orlando
con Ensemble dell’Orchestra Terra Madre

Torna sul palcoscenico del Teatro Astra Silvio Orlando per far rivivere il romanzo di Romain Gary “La vita davanti a sé”, edito in Italia da Neri Pozza. Per Orlando il teatro resta «il rifugio nei momenti più difficili». In mezzo, il cinema. Ma è il palcoscenico ciò che gli è più mancato in quest’ultimo periodo. «Gli occhi del pubblico ora li abbiamo rincrociati, ma manca il contatto di gomito. Poter ridere assieme, pensare assieme, sentire quelle belle vibrazioni che uno spettacolo ti dà, sperando che il sistema teatrale riesca a sopravvivere anche a questa», racconta in un’intervista a Vanity Fair del 27 settembre. Lo spettacolo racconta la storia di Momò, un bimbo arabo di dieci anni che vive nel quartiere multietnico di Belleville, nella pensione di Madame Rosa, un’ex prostituta ebrea che ora si prende cura dei figli mai riconosciuti delle «colleghe» più giovani. Un romanzo che racconta vite sgangherate, ma anche una delicata storia d’amore. Il testo di Gary, anticipando temi quali la convivenza tra religioni e stili di vita diversi, si inserisce nell’attuale contesto europeo che vede una strutturale crisi economica, accentuata da un costante flusso migratorio, che crea e risveglia antiche paure. Il teatro può farsi portavoce di tali storie e raccontare questi personaggi, mettere in scena la storia di Momò e Madame Rosa nel loro disperato abbraccio contro tutto e tutti è necessario e utile. Le ultime parole del romanzo di Gary dovrebbero essere uno slogan e una bussola, in questi anni dove la compassione rischia di diventare un lusso per pochi: BISOGNA VOLER BENE.

In base alla normativa vigente l’accesso a teatro è consentito soltanto ai possessori di “Green Pass rafforzato”. Per maggiori informazioni: www.dgc.gov.it