Prosa

Lucia Poli, Milena Vukotic, Marilù Prati

Sorelle Materassi

dal romanzo di Aldo Palazzeschi
e con Gabrile Anagni, Sandra Garuglieri, Luca Mandarini e Roberta Lucca
libero adattamento di Ugo Chiti
regia Geppy Gleijeses

Lucia Poli, Milena Vukotic, Marilù Prati, ossia le Signore del teatro italiano, portano in scena con affilata leggerezza Sorelle Materassi, la sapiente riscrittura teatrale di Ugo Chiti del romanzo di Aldo Palazzeschi del 1934. Un dramma familiare a tinte ironiche che parla di rapporti umani e che mette in scena le vicende di Teresa, Carolina e Giselda Materassi, rappresentando tutti i temi cari all’autore: la parodia dello stile di vita e della visione del mondo borghese, il fascino per il nonsense, i giochi di parole e il gusto per l’irrisione dei formalismi. Ambientato a Firenze nei primi anni del secolo scorso, narra la vicenda di tre sorelle che vivono una vita tranquilla e isolata. Le prime due sono nubili, la terza è stata da loro accolta dopo essere stata respinta dal marito. Teresa e Carolina sono abilissime sarte e ricamatrici e vivono cucendo corredi da sposa e biancheria di lusso per la benestante borghesia fiorentina. Giselda, delusa dalla vita, tende all’isolamento e si lascia tormentare da un rabbioso risentimento. Una dose di popolaresco ottimismo e di serena saggezza è introdotta nella vita familiare dalla fedele domestica Niobe che tranquillamente invecchia insieme alle padrone. Tutto sembra scorrere su tranquilli binari quando nella casa giunge Remo, il giovane figlio di una quarta sorella morta ad Ancona. Bello, pieno di vita, spiritoso, il giovane attira subito le attenzioni e le cure delle donne i cui sentimenti parevano addormentati ma che, attivati dal brillante nipote, svelano tutta la fragilità di una cieca devozione.