Prosa

IL PIACERE DELL’ONESTÀ

di Luigi Pirandello
con Leandro Amato, Giancarlo Condè, Brunella De Feudis, Geppy Gleijeses, Vanessa Gravina, Maximilian Nisi, Tatiana Winteler
regia Liliana Cavani
scene Leila Fteita
musiche Teho Teardo
costumi Lina Nerli Taviani
luci Gigi Ascione
produzione Gitiesse Artisti Riuniti, Fondazione Teatro della Toscana

 

Il falso matrimonio tra Baldovino e Agata, costringe tutti i personaggi di questo breve testo dalla trama intricata e avvincente a togliersi la maschera dietro la quale hanno ingannato loro stessi e gli altri. Scritto nel 1917, Il piacere dell’onestà delinea ipocrisie e disonestà intramontabili, trattando temi tanto cari a Pirandello come quello della differenza tra l’essere e l’apparire. Alla fine della vicenda, chi sembrava essere un disonesto a cui affidare un’azione infame si rivela invece una persona rispettabile, chi godeva di alta considerazione si manifesta per quello che è: una persona infida e mediocre nelle azioni e nei sentimenti.